Commenti negativi su Twitter? Ecco come reagire

Scritto da Michele on .

crisisMi sono imbattuto in un post del bravissimo Davide Licordari in cui viene analizzato il comportamento di una nota azienda a fronte di una critica mossa da alcuni clienti su Twitter.

E' interessante vedere come l'account del servizio 892424 di Pagine Gialle abbia saputo rispondere con spirito alle critiche, riuscendo a strappare pure un sorriso a chi aveva criticato.

I 3 consigli di Davide Licordari sono quelli di non essere permalosi, di non intrufolarsi in conversazioni altrui (dove non veniamo menzionati con @nome) e, fondamentale, usare molta ironia nel rispondere ad una critica.

Essere permalosi non paga mai e ogniuno è libero di scrivere quello che vuole. Meglio puttosto dimostrarsi interessati alla critica e magari chiedere le ragioni di tale critica, cercando un dialogo con l'utente, aiutandolo a trovare una soluzione al suo problema. Se non siamo menzionati nella conversazione di qualcuno forse è meglio lasciar correre, ma se vogliamo rispondere è sempre meglio cercare di essere simpatici e usare molta autoironia. Se la critica non è per un problema grave l'approccio easy sarà sicuramente il più apprezzato.

Diverso è il caso, notorio, di gestione della crisi fallimentare di Patrizia Pepe, su Facebook, in cui l'azieda ha preso di petto un commento negativo sull'uso di una modella troppo magra (o fotoritoccata?). Le risposte date su alcuni commenti andrebbero inseriti nel manuale delle cose da non fare in caso di commenti negativi legati ad un brand!

pepe-response

Pin It