Sito eccellente e conversione scadente??

Scritto da Michele on .

conversionLa conversione degli utenti di un sito è forse il modo più lampante per capire se il nostro sito ha raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Che non è per forza vendere qualcosa. La conversione avviene quando gli utenti fanno quello che volevamo che facessero... La conversione rate è dunque la percentuale di visitatori che compiono l'azione da noi desiderata, che può essere anche visitare una pagina specifica di un sito, iscriversi alla newsletter o compilare un form o contattare l'azienda. La cosa fondamentale è che questa azione di conversione dev'essere misurabile

Probabilmente se il tasso di conversione del tuo sito non è quella che speravi... beh, forse hai un problema di canalizzazione!

Google Analytics

Comincia con il settare il tuo Analytics (l'hai configurato, vero??) con la visualizzazione ad imbuto. Chiaramente questo funziona se hai impostato gli obiettivi. Non l'hai fatto? Che cosa aspetti??
A parte gli scherzi: il Funnel di Analytics ti permette di vedere, anche dal punto di vista visivo, dove gli utenti si perdono prima di arrivare all'obiettivo, probabilmente a causa di una user experience sbagliata.

Nel migliore dei casi, analizzando il Funnel di Analytics scoprirai non solo quando la gente se ne va dal tuo sito, ma perché se ne va. Ad esempio potresti scoprire che se ne vanno in molti in una determinata pagina del sito (magari dove mostri i prezzi...) che forse non risponde alle loro esigenze o ai loro bisogni.

funnel

Funziona tutto?

Sembra banale, ma sei sicuro che il form che hai messo nel sito funzioni correttamente? Sii puntiglioso in queste verifiche. Se un cliente pensa di averti contattato e tu non rispondi è un cliente perso...
Anche la velocità del sito e l'assenza di pagine 404 potrebbe essere una buona cosa da controllare, cosa ne pensi?

Pretendi troppo?

Tutti i campi del tuo form sono necessari. Anche il nome del cane dell'utente... Sicuro??
Cerca di rendere più facile e snella possibile la conversione dell'utente. Taglia le parti che non sono fondamentali. In un processo di acquisto pensa bene se è meglio avere la pagina di iscrizione e quella di fatturazione in due pagine separate o sulla stessa.

Test con tua madre

Non è uno scherzo. Chiama tua madre e dille di provare a cercare il tuo sito su Google e ad effettuare la conversione. Prendi nota di ciò che ti dice e quanto ci mette. Chiedile se i contenuti sono chiari e se il messaggio arriva. Se non funziona con tua madre, probabilmente, hai un problema di canalizzazione!

Test Utente

Se non ti fidi del test con tua madre, ci sono molte aziende, anche in Italia, che preparano dei test per vedere come si comportano gli utenti che vedono per la prima volta il tuo sito, magari registrando l'Eye Tracking, per vedere quali aree del tuo sito colpiscono di più l'attenzione degli utenti. Potresti scoprire che il tuo modulo dei contatti è invisibile...
Certo, puoi anche organizzare un test utente fai-da-te, ma è molto difficile non influenzare gli utenti che effettuano il test e raccogliere un buon campione di dati.

Fai tornare i visitatori

Ok, i visitatori del tuo sito non si convertono. Va bene. Ma la maggior parte delle persone che visitano un sito, qualunque sito, non si converte. Che cosa fai per riportarle sul sito? Se hai le informazioni di contatto perché non inviare un messaggio di follow-up per farli tornare, con una call-to-action invitante (sconto, spedizione gratuita, materiale da scaricare gratuitamente, ecc). Perchè non ricatturare la loro attenzione con annunci di testo e display mentre navigano altrove?

Pin It